PROGETTO ORTOGENESI

 

Un bambino guarda tutto come se lo vedesse per la prima volta;

 il genio non è che l’infanzia ritrovata per un atto di volontà.

 Charles Baudelaire.

 

Tre anni anni fa il nostro caro amico Antonio, agricoltore della campagna del Chierese, incise la superficie di molte giovani zucche. Una volta a settimana andavamo a trovarlo, seminavamo idee, pensando ad un futuro migliore e più sostenibile, poi arrivò il tempo di raccolta e intorno a noi comparvero tante parole, significati e i nomi dei nostri amici.

Ora parte di questa indimenticabile esperienza arriva in città, in periferia e nelle aree extraurbane.
 
ORTOGENESI è un progetto ideato nel 2015 da Infiniti Mondi Onlus.
Si ispira ai tre principi dell’orto sinergico: nella completa libertà espressiva invita a non effettuare interventi invasivi, non rimuovere quello che cresce in modo naturale e non inserire elementi dannosi per l’ambiente.
 
La parola composta, inoltre, introduce il duplice legame fra il termine orto “giusto” e “corretto” unito a “genesi” azione creatrice.
E’ un progetto intergenerazionale e interculturale rivolto a tutti, a bambini, adolescenti, adulti ed anziani, a famiglie e gruppi di persone (classi di studenti, vicini di casa, colleghi di lavoro).
ORTOGENESI è anche un percorso di inclusione sociale pensato per favorire le persone in difficoltà e i soggetti svantaggiati.
 
La forma di coinvolgimento è simile ad una open call, “Seminare idee” e “Generare racconti” dove crescono orti urbani, oppure in luoghi privi di cura e soggetti al degrado, o ancora in spazi accessibili di proprietà pubblica o privata con particolari potenzialità da interpretare.
 
Le diverse progettualità di “ORTOGENESI” accolgono numerosi corsi e workshop, in particolare lo “SPAZIO FILOSOFICO – DI ASCOLTO, ACCOGLIENZA E CONSULENZA” e lo “SPAZIO di ORIENTAMENTO al LAVORO, di AUTOPROMOZIONE SOCIALE e PROFESSIONALE con i PERCORSI DI PROGETTAZIONE CREATIVA E ARTISTICA”.
 
Le immagini che vi presentiamo raccolgono alcuni momenti dell’avvio del progetto avvenuto il 21 novembre, giornata nazionale degli alberi, che ha visto coinvolte nel giardino interno della Circoscrizione 7 a Torino le classi V della scuola primaria Parini, le III della scuola Aurora e i piccoli di 4 e 5 anni della vicina scuola d’infanzia Chagall.
 
Più di 100 bimbi sono impegnati nell’elaborazione di idee, oggetti e desideri da appendere ai tronchi e rami degli alberi.
Il progetto vede coinvolti insegnanti, genitori e cittadini del territorio e proseguirà nell’arco dell’anno 2016 con diverse attività coordinate da Infiniti Mondi Onlus, volte a creare connessioni di “territorialità attiva” e a generare processi di orientamento partecipativo verso nuove scelte ecologiche e consapevoli.
 
 




Back to Top ↑